La finanza agevolata che sostiene
lo sviluppo della tua impresa.
Sempre al tuo fianco.
Efficienza e risparmio energetico.
Ridurre gli sprechi per la
Pubblica Amministrazione e le aziende.
Nuovo standard internazionale
per la gestione di energia
Certificazione ISO 50001.
Comunica la sostenibilità.
A tutti e nel modo giusto.

BANDI



06/05/16 - bando per la diffusione dei sistemi di accumulo di energia elettrica da impianti fotovoltaici

Bando per la diffusione dei sistemi di accumulo di energia elettrica da impianti fotovoltaici


La misura è rivolta a tutti i soggetti pubblici e privati, residenti o aventi la propria sede legale o operativa in Regione Lombardia ed ammette a contributo i costi sostenuti per l'acquisto con relativa installazione di un sistema di accumulo di energia elettrica prodotta da un impianto fotovoltaico fino a 20 kW, connesso alla rete di distribuzione oppure ad isola.

Lo stesso richiedente può presentare più domande, in caso di titolarità di più impianti fotovoltaici, fino ad un massimo di 5 domande di contributo, con la sola eccezione delle ESCO (Energy Service Company) per le quali il limite è elevato a 25 domande.

Le risorse finanziarie complessive sono pari ad Euro 2.000.000,00.

L’entità del contributo è pari alla somma di tre quote A, B e C:

A - la quota dipendente dall’efficienza del sistema di accumulo, in percentuale sul costo d’acquisto e calcolata secondo la formula

% di contributo = min [ 0,5 ; (N/CU) x 0,1 ] x 100

con 0,1 fattore correttivo in Euro/kWh, corrispondente al valore massimo del 50%;
N = numero di cicli di vita del sistema di accumulo;
CU = costo per unità di energia accumulata, espresso in Euro/kWh;

B – la quota relativa all’installazione, fino al 50% del costo sostenuto;

C – la quota corrispondente alle spese accessorie, fino a 300 Euro.

Il contributo massimo concedibile per ogni intervento ammesso è pari a Euro 5.000,00 quale somma delle tre quote A, B e C.

I contributi per le imprese sono concessi ai sensi del Regolamento UE n. 1407/2013, relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sugli aiuti de minimis.

Il bando, che esplicherà i propri effetti dalla data del 26 maggio 2016 alle ore 12.00 e cesserà alla data del 31 dicembre 2016 (salvo esaurimento anticipato delle risorse), prevede due fasi, l’adesione e la rendicontazione.

Adesione al bando: il richiedente compila la richiesta di accesso al contributo per via telematica direttamente accedendo al sito web di SIAGE all’indirizzo www.agevolazioni.regione.lombardia.itnell’apposita sezione dedicata al bando.

Il sistema genererà la domanda, che dovrà essere firmata digitalmente e ricaricata a sistema con gli allegati richiesti. Il medesimo sistema richiederà poi il pagamento elettronico dell’imposta di bollo, se dovuta. Una volta eseguita la corretta selezione con invio, la richiesta di accesso al contributo verrà protocollata automaticamente dal sistema.

Le domande sono ammesse al contributo secondo l’ordine cronologico di invio al protocollo e previa verifica dei requisiti richiesti dal bando. Al termine dell’istruttoria il provvedimento di assegnazione o di diniego del contributo sarà comunicato al richiedente per posta elettronica.

Rendicontazione ed erogazione del contributo: il soggetto richiedente, dalla data del provvedimento di assegnazione del contributo, ha sei mesi di tempo per realizzare l’intervento e rendicontarlo sul sistema SIAGE. Sono ammessi solo gli interventi realizzati successivamente alla data del 3 febbraio 2016.

L’accesso alla fase di rendicontazione sarà possibile a partire dalle ore 12.00 di giovedì 1 settembre 2016.

Una volta ultimato l’intervento, il soggetto richiedente si collega alla domanda presente in SIAGE ed allega i documenti necessari: copia delle fatture quietanzate d’acquisto e installazione del sistema di accumulo e copia della dichiarazione di conformità. Per le ESCO è obbligatorio allegare copia del contratto di prestazione energetica o di rendimento energetico.

Entro i successivi 30 giorni avrà luogo l’istruttoria dell’istanza da parte degli uffici competenti, che terminerà con un provvedimento che sarà comunicato al soggetto interessato e a Infrastrutture Lombarde SpA che, in caso di esito positivo, provvederà all’erogazione del contributo entro i successivi 30 giorni.

 

Fonte: www.regione.lombardia.it